VALDARDA'S BLOG-TERRE DI PIACENZA CON LE SUE VALLI (la vita sociale, le fotografie, le storie…)

info geo-politiche

vecchia chiesa di castelletto (clicca per ingrandire)

La valdarda è una delle principali vallate della provincia di Piacenza che, amministrativamente, confina con quella di Parma.
La valle prende il nome dal principale torrente (Arda) che la solca in tutta la sua lunghezza dal Monte Lama al Po. Si tratta di una vallata molto antica che qualche milione di anni fa era quasi interamente sommersa dal mare le cui tracce sono ancora ben presenti in tutta quell’area, che si estende nella media valle ( tra i comuni di Vernasca, Castell’Arquato, Lugagnano v.a., Carpaneto piac.no e Gropparello), denominata “parco naturale geologico del piacenziano” un museo a cielo aperto.
Il suo gioiello, storico-artistico, indiscusso è Castell’Arquato mentre la “capitale ” economico-amministrativa è Fiorenzuola d’Arda.
I comuni sicuramente maggiori sono ubicati a valle delle colline e montagne e, tra questi, spiccano Carpaneto Piacentino, Cadeo, Cortemaggiore, Castelvetro Piacentino, Monticelli e Alseno.
Amministrativamente i comuni che si collocano in vallate c.d. minori sono comprese nella valdarda ( come Alseno che è in vallongina, Carpaneto che è in valchero, Cadeo che è in valchiavenna, Gropparello che è in valvezzeno….). I suoi punti di forza sono sicuramente l’agricoltura e la relativa industria alimentare ( casearia, conserviera  e ortofrutticola ), il commercio, l’industria metalmeccanica e l’ edilizia. Per maggior precisione possiamo tranquillamente affermare che Lugagnano val d’arda è il cuore economico e sociale della parte ” alta”  della valle, che anticamente era denominata valle di tolla (valtolla), mentre Fiorenzuola d’arda (in forte connubio con Carpaneto piacentino) lo è della zona centrale e anche in generale dal punto di vista amministrativo e Monticelli d’Ongina per la Bassa (che se la contende con Cortemaggiore).
Oltre a Castell’arquato nella vallata sono ubicati borghi storici di notevole pregio come Vigoleno (medioevale), il foro romano di Veleia, Cortemaggiore, con i suoi portici e le sue chiese antiche e Chiaravalle della Colomba con la sua magnifica abbazia cistercense.
Altri “tesori ” attendono il visitatore e il turista: il parco provinciale del Monte Moria, il parco fluviale dello Stirone, il lago di Mignano, la zona del primo tratto del torrente Arda (con i borghi rurali antichi con le case di sasso di Teruzzi-Rusteghini-Pedina  ) e tutta la zona  posta tra il crinale e il lago citato di Mignano ( Vezzolacca con il suo balcone naturale sulla valtolla e i suoi maestosi castagneti di 500 anni, Castelletto con L’antica chiesa tollense di sant’Andrea, San Michele e Monastero ai piedi del parco del monte Moria….).
Nelle c.d. valli minori sono ubicati dei veri gioielli tra i quali spicca il castello di Gropparello [fantastico luogo di divertimento per le famiglie con bambini].
Nella parte mediana della collina tra la Vallongina e la Valchero-Valvezzeno si incrociano  Vigolo Marchese,  Chiavenna Rocchetta, Prato Ottesola e Diolo e  tutta la magnifica e naturale Valchiavenna dove storia, vitivinicoltura e geologia si fondono insieme creando un unicum di eccellenze.
I due Bacedasco (alto e basso), il “botteghino”, i Martani, San Lorenzo, Sant’Antonio, Coste Orzate, Prato Ottesola, Chiavenna Rocchetta, Magnano, Travazzano, Rezzano, Badagnano, Sariano e Tavasca raccolgono l’intero restante patrimonio collinare eno-gastronomico d’eccellenza secondo la migliore tradizione della zona…
I monti del crinale appenninico sono di grande interesse e di rara bellezza e, per tutti, ricordiamo il “dolomitico” monte Menegosa e il gruppo del Monte Lama in quel di Morfasso [ in questo Comune  siamo alla vera eccellenza naturalistica].
In complesso  siamo di fronte ad una delle migliori ed eccellenti vallate appenniniche ma il grande pubblico turistico non si è ancora accorto di quasi nulla….[ ma anche gli amministratori pubblici hanno sprecato mille occasioni…]

Annunci

One Response to “info geo-politiche”

  1. romano mora

    sono fidentino, sono innamorato dei posti elencati e fin da giovane li frequentavo, sono altresi affascinato da tutti quei luoghi “minori”dove non passa il grande turismo,solo quello più attento e innamorato dei propri luoghi del proprio passato e di quella cultura contadina che senza timore chiamo “civiltà”

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: