Articoli con tag: museo della resistenza

Oggi, 25 aprile, si celebra la festa della liberazione dal nazifascismo.

Riportiamo integralmente l’opinione di Don Giancarlo Conte apparsa sul quotidiano libertà.

(oggi per tutto il giorno è aperto il museo della resistenza piacentina a Sperongia di Morfasso)

Ho incontrato giorni fa un caro amico ultranovantenne, conosciuto come cristiano forte e coerente nonché valoroso e onesto partigiano, quando ero ragazzo.
Come accade ogni volta che lo incontro, il discorso cade su quel periodo della sua vita vissuto da “partigiano”.
Ma il suo volto stavolta è triste, non per la vecchiaia accompagnata dai malesseri propri dell’età, ma per l’amara constatazione che oggi della lotta partigiana se ne parla quasi soltanto per dirne male.
Mi dice: ” Ormai con quello che si scrive c’è quasi da vergognarsi di essere stati partigiani. Eppure a vent’anni abbiamo rischiato la vita! E’ giusto trattarci così”? 
Ho riflettuto condividendo con lui la tristezza per questo clima non solo culturale che trasforma ormai la Festa della “Liberazione” ad un giorno di vacanza in più. Non mi è difficile correre col pensiero ai sei volumi di Giampaolo Pansa, letti in questi ultimi anni. Continua a leggere

Categorie: val d'arda, valdarda | Tag: , | 2 commenti

Ribelli della Valdarda: il mito delle “bande” Prati e Inzani

Ingresso del museo della resistenza piacentina a sperongia di morfasso (aperto la domenica pomeriggio dalle 15 alle 18,30) che conserva cimeli, foto, documenti, audiovisivi, libri e altro della nostra resistenza.

Le vicende legate alla formazione delle prime “bande di ribelli” hanno inizio prevalente nel periodo tra il 25 Luglio e l’8 settembre 1943. “Bande” come essi stessi amavano definirsi e come li indentificava la popolazione (banditi per i nazi-fascisti) che nutriva parecchia simpatia per questi giovani coraggiosi.

Si trattò all’inizio di vera ribellione che avvenne con uno slancio tipico della gioventù di tutti i tempi. Questo slancio  comportò il sorgere di gruppi e piccole bande che con altrettanta rapidità si scioglievano mentre altre si formavano.

Si trattò di uno scenario difficile da inquadrare con precisione ma la loro storia  la potremmo suddividere in tre momenti usando le parole di Mirco Dondi(professore universitario di storia contemporanea). Continua a leggere

Categorie: val d'arda, valdarda | Tag: , , , , , | Lascia un commento

Museo della resistenza-cinema

si comincia stasera, 9 marzo, alle ore 21,15

Il Museo della Resistenza piacentina, a Sperongia di Morfasso, organizza la  rassegna cinematografica annuale.

Da venerdì 9 marzo (tutti i venerdì del mese), nell’apposita sala del museo, si potrà assistere alla proiezione di film girati nel nostro territorio.

Si inizia con il famoso “I lupi attaccano in branco” (“Il vespaio” ) film del 1969 ambientato nella Seconda guerra mondiale e interpretato da Sylva Koscina e Rock Hudson in Valdarda con tante comparse locali e con scena finale alla diga di Mignano.

Venerdì 16 marzo sarà la volta di “Noi siam nati chissà quando chissà dove” (2005). La terza proiezione, in programma venerdì 23 marzo, è “Il caso Mattei” (1972) diretto da Francesco Rosi e interpretato da Gian Maria Volontè, una pellicola girata in molte sue parti a Cortemaggiore sulla storia del presidente dall’Eni e sul mistero legato alla sua morte.

Il 30 marzo, venerdì,  il ciclo si chiude  con la serata dedicata alla rassegna piacentina “Concorto-film festival” di Pontenure che ha ormai raggiunto un’importanza e una notorietà internazionale. I volontari dell’associazione “Amici del Museo della Resistenza” sono gli animatori di questa bell’iniziativa come dell’apertura al pubblico del museo stesso.

Le proiezioni avranno inizio alle ore 21,15 con ingresso gratuito.

Categorie: valdarda e turismo | Tag: , , , , , , | Lascia un commento

Partigiani in valdarda

Un giorno intenti a ricercare notizie nella nostra vallata ci imbattiamo in un signor 80enne che ci raccontò che qui dove eravamo era stata terra di “ribelli”.
Di partigiani, replicammo! No di ribelli, ribattè! I partigiani sono venuti dopo, concluse.
Ben prima della formazione più organica delle brigate partigiane che combatterono aspramente i nazifascisti, qui si manifestò il fenomeno “non orgnico” del ribellismo fatto da giovani semplici senza alcun bagaglio ideologico, armati di orgoglioso spirito di intollenza verso i soprusi che da tropo tempo si manifestavano contro povera gente, poveri contadini, che non sopportavano più gli atteggiamenti e le azioni del “regime” e che non accettarono in alcun modo ” la repubblichina” fantoccio dei naziati che voleva trascinarli in altre avventure di guerra e morte. Giovani di ogni estrazione sociale, spontanei, sinceramente antiautoritari, antifascisti si ritrovarono in alta valdarda, in alta valchero e si organizzarono. Diedero l’esempio a tanti altri che di li a poco li raggiunsero e …..iniziò la “liberazione”.
Tra questi giovani c’era Wladimiro Bersani di Lugagnano che caddè a Tabiano di Lugagnano.

20110715-062130.jpg

DOMENICA 17 LUGLIO ALLE ORE 10 A TABIANO DI LUGAGNANO, NEL LUOGO OVE CADDE, DAVANTI ALLA CHIESA SI COMMEMORA UN GIOVANE CHE DOBBIAMO RICORDARE, UN RIBELLE, UN CAPO PARTIGIANO ” il capitano selva” NOME DI BATTAGLIA DI WLADIMIRO BERSANI.
(noi non potremo essere presenti ma il nostro cuore si!).
Postato con iPad.

Categorie: storia della valdarda e valtolla | Tag: , , , | 8 commenti

Il grande nord in valdarda a Sperongia (Morfasso)

Arriva anche da queste parti un film-cult per gli amanti della montagna e, ci aggiungiamo noi, per quelli del buon cinema, delle buone fiction, delle belle immagini….
GODETEVI LE SCENE INIZIALI …SONO SOLO UN ASSAGGIO DEL BELLO CHE VEDRETE VENERDI’ SERA AL MUSEO DELLA RESISTENZA DI SPERONGIA ALLE 21 ( 20 MINUTI DA FIORENZUOLA E DALLA VIA EMILIA VALDARDESE)

Il regista Nicolas Vanier è un artista avventuriero che sembra uscito dalle pagine di Jack London, ha scritto diversi libri e ha girato altrettanti documentari prima di incontrare Norman Winther, l’ultimo cacciatore del grande Nord, e di trasformare la sua vita in un film.   Norman Winther nella finzione cinematografica è dunque….. Continua a leggere

Categorie: castell'arquato, fiorenzuola val d'arda, fiorenzuola d'arda, val d'arda, valdarda, valdarda e turismo, valtolla | Tag: , , , , , , , | 1 commento

Sui sentieri della montagna, sui sentieri ….

la locandina del...; clicca per ingrandire

Al museo della resistenza di  Sperongia continua la rassegna del cinema dedicato all’uomo e la  montagna.

Per verificare cambiamenti di programma visitate il sito web  http://www.resistenzapiacenza.it/

DOMANI SERA, 4 marzo,  UN DOCUMENTARIO-LUNGOMETRAGGIO DI ERMANNO OLMI DEL 1959.

Non un vero e prioprio film ma ottimo per gli appassionati di Olmi, del cinema-documento del post realismo italiano.

Pochi dialoghi…. molti sguardi, silenzi e immagini eccellenti che parlano da sole.

Un contrasto generazionale come quelli che  viviamo quotidianamente in ogni contesto famigliare e comunitario.

Assistere alla proiezione e poi visitare il museo…..farsi spiegare il sentiero dello “Slavo” e programmare una passeggiata nella spettacolare valtolla classica…..

Categorie: castell'arquato, fiorenzuola val d'arda, fiorenzuola d'arda, val d'arda, valdarda, valdarda e turismo | Tag: , , | Lascia un commento

Fischia il vento….nella valdarda/valtolla partigiana

Il museo della resistenza piacentina di Sperongia ( valtolla-morfasso) ha attivato una rassegna cinematografica  denominata “l’uomo e la montagna” che inizierà questo venerdì 25 febbraio 2011 alle ore 21,15 nei locali del museo medesimo.

——————————————————————————————————————-

Per maggiori info cliccate sul sottostante URL…

http://www.resistenzapiacenza.it/

——————————————————————————————————————

Si inizia Venerdì con il capolavoro “ il vento fa il suo giro” ambientato in provincia di Cuneo nelle Alpi Occitane.

Con la sola eccezione dei due protagonisti si tratta di veri montanari e questo rende il film, di per se, un vero documento di storia locale….etnografico.

Bellissimi i paesaggi, le vecchie case di sasso, i dialoghi, la storia.

Il titolo “Il vento fa il suo giro”  è ripreso da un detto popolare “ tutte le cose hanno un inizio e una fine”….in ogni situazione, sempre, il vento fa il suo giro….

Cosa c’entra con la resistenza? Continua a leggere

Categorie: fiorenzuola val d'arda, fiorenzuola d'arda, valdarda e turismo, valli piacentine, val d'arda | Tag: , , , , , , | Lascia un commento

Partigiani in valdarda (3): testimonianze vernaschine

Uscito quest’estate il libro di Giancarlo Passera è di quelli da leggere attentamente per non dimenticare quello che significarono il ventennio e la seconda guerra mondiale per la valdarda, per Vernasca, per la montagna.

Giancarlo passera scrive bene, facile e con un taglio divulgativo e avvincente.

Noi ne abbiamo regalato una copia ad amici giovani e ci hanno ritornato un ringraziamento sentito per la testimonianza che ne hanno ricavato.

La valdarda, non è una nostra scoperta, è da sempre terra di lavoratori, contadini, e  ” ribelli ” [ per nulla facinorosi]…..il nostro indomito spirito libero  “ligures” non ci ha mai abbandonato.

Amiamo la giustizia e la libertà e in ” testimonianze vernaschine dal ventennio alla liberazione” lo si coglie appieno.

Il clima descritto dall’autore nell’episodio della piccola sommossa a Rosi di Borla nel periodo della “repubblica di Salò” ne è la conferma.

clicca per ingrandire e ..chi riconosci??

Una popolazione… Continua a leggere

Categorie: castell'arquato, storia della valdarda e valtolla, valli piacentine, val d'arda, valtolla | Tag: , , , , , , , , , , , | 2 commenti

Blog su WordPress.com. The Adventure Journal Theme.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 755 follower